Strumenti accessibilità

A- A A+

Progetto e-RA DIGITALE: il consumatore incontra il web

Nei punti di accesso web gli operatori di Adoc, Adusbef e Federconsumatori offrono assistenza e consulenza per navigare su Internet in sicurezza.

Internet e le tecnologie digitali stanno progressivamente modificando il nostro stile di vita. Non solo i consumi ma anche la sfera professionale e privata delle persone si stanno trasformando in conseguenza della crescente pervasività di strumenti sempre più sofisticati che entrano a far parte della quotidianità.

La Rete offre un numero pressoché infinito di opportunità: ordinare la spesa online, attivare contratti di fornitura di servizi, prenotare visite mediche e acquistare libri, prodotti elettronici o mobili sono solo alcune delle moltissime operazioni che è possibile effettuare da computer o da smartphone, con pochi click.

Questo “ipermercato globale” aumenta le possibilità di scelta e la convenienza per l’utente ma può, allo stesso tempo, nascondere numerose insidie.

In tale contesto si inserisce il progetto “e-RA DIGITALE: il consumatore incontra il web” – realizzato dalle associazioni Adoc, Adusbef e Federconsumatori e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico – allo scopo di tutelare i consumatori dai rischi derivanti dall’utilizzo non corretto delle tecnologie digitali e nell’ambito delle transazioni economiche effettuate on-line.

Oltre ad una innovativa campagna di formazione e informazione, in cui si svolgono numerose attività finalizzate ad educare i consumatori ad un utilizzo consapevole delle piattaforme digitali, e-RA DIGITALE offre un servizio di assistenza on line a cui accedere dal sito di progetto e soprattutto mette a disposizione dei punti di accesso web a cui gli utenti possono rivolgersi per avere consulenza e assistenza.

Presso gli sportelli, presenti in tutta Italia, i cittadini possono consultare il materiale informativo e avvalersi della collaborazione di operatori competenti per muovere i primi passi sul web ed effettuare acquisti online. Il servizio di consulenza consente agli utenti di avere informazioni su condizioni contrattuali, garanzie, pratiche commerciali e su tutte le tematiche connesse alle operazioni che è possibile compiere in Rete. Si tratta, quindi, di un vero e proprio affiancamento al cittadino, nell’ambito del quale l’operatore assiste l’utente nella consultazione e nell’utilizzo dei siti web e fornisce le indicazioni necessarie a navigare in sicurezza e a compiere scelte consapevoli. 

I NOSTRI OPERATORI TI ASPETTANO IL  GIOVEDI’ DALLE 13.30 ALLE 15.30. 

CI TROVI AL PUNTO DI ACCESSO WEB DI TORINO IN VIA PARMA, 10. 

Progetto e-RA DIGITALE, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018).

Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito.

Il cibo si impara

Convegno organizzato da ADOC Piemonte in collaborazione con Piccoli Gourmet presso Victoria Junior International School il 16 settembre 2019 ore 9.00 / 12.00

TAVOLA rotonda:

Alessandra Bodo, Katia Leggio, Kirsten Gelsomini, Azienda Agriblea, Alessandro Peila, Guido Gobino, Simona Radicci, Pier Carlo Iacopini, Graziella Luttati, Andrea Tronzano, Roberto Tascini, Silvia Cugini.

LABORATORIO del gusto:

per gli alunni della scuola con lo chef Guido Perino.

Io sono originale!

Convegno organizzato da ADOC Piemonte in collaborazione con Io sono originale presso Università della Valle d'Aosta il 24 settembre 2018 ore 14.30 / 17.30

La contraffazione agroalimentare:

aspetti giuridici ed economici

I prodotti tipici valdostani:

la fontina il jambon de Bosses il lardo di Arnad

Convegno: La salvaguardia dei vitigni autoctoni, profili economici e giuridici

Il nostro paese a livello enologico ha il più alto numero di varietà vitivinicole del mondo e la riscoperta dell'importanza dei nostri vitigni è fondamentale per la produzione di prodotti unici e di qualità. Quando si parla di vini italiani i primi citati sono di solito i rossi del Piemonte (Barolo e Barbaresco), della Toscana (Brunello di Montalcino e Chianti) e del Veneto (Amarone della Valpolicella), vini di fama mondiale e simboli della viticoltura italiana. L’Italia del vino non si limita solo a questi grandi vini, infatti in ogni regione è possibile trovare vini di qualità prodotti non solamente dai vitigni internazionali ma soprattutto dai vitigni autoctoni, vero patrimonio ampelografico del nostro paese.

Modera Roberto Calvo Professore Ordinario di Diritto Privato Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche Universitée de la Vallée d’Aoste

Programma:

15:00

Introduzione

Silvia Cugini - Presidente Adoc Piemonte

Saluti

Michele Vellano - Professore Ordinario di Diritto Internazionale e Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche Universitée de la Vallée d’Aoste

Nicola Rosset - Presidente della Chambre valdôtaine

Alessandro Nogara - Assessore all’Agricoltura e Risorse Naturali Regione Valle d’Aosta

Monica Cerutti - Assessora alle Pari Opportunità Diritti Civili e Tutela dei Consumatori Regione Piemonte

Paolo Sammaritani - Presidente Consiglio Ordine Avvocati di Aosta

Roberto Gaudio - Presidente Cervim - Centro di Ricerche, Studi e Valorizzazione per Viticoltura Montana

 

15:40

Le nuove regole in materia di etichettatura e sensibilizzazione sui danni al sistema economico causati dalla falsificazione e adulterazione del vino, anche alla luce della normativa di riferimento e della casistica sulle contraffazioni più frequenti.

Cesare VaralloFood lawyer

 

16:00

Il “Testo unico sul vino”, provvedimento che racchiude tutta la disciplina di riferimento per la produzione e la commercializzazione del vino e riflessioni sulla correttezza e la qualità dei servizi offerti dalle aziende vitivinicole virtuose con conseguenti riflessi positivi nei rapporti di scambio tra consumatori e produttori.

Alessandro Ciatti Càimi - Professore Ordinario di Diritto Privato dell’Università degli Studi di Torino

 

16:20

La nuova frontiera dell’enogastronomia e i suoi risvolti “social”.

Antonio Marchello - Chef e Fondatore di Social Kitchen

 

16:40

La scelta di molti giovani di intraprendere il mestiere del “vigneron”.

Stefano Celi - Presidente Vival - Associazione Viticoltori Valle d’Aosta

 

17:00

La viticoltura eroica della Valle d’Aosta ed in particolare i vitigni autoctoni coltivati nella regione e l’unicità della produzione vitivinicola valdostana.

Alberto Levi - Associazione Italiana Sommelier

 

17:20

Dibattito

 

Conclusioni

Giuseppe Cricenti - Giudice della Suprema Corte di Cassazione

 

Riconosciuti n. 3 crediti formativi dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Aosta

Per informazioni contattare Adoc Piemonte al n. 011/4364331 o a mezzo e-mail all’indirizzo torino@adocpiemonte.itwww.adocpiemonte.it

Partners

regione piemonte

città di torino

camera commercio torino

adoc nazionale