Strumenti accessibilità

A- A A+

Convegno: La salvaguardia dei vitigni autoctoni, profili economici e giuridici

Il nostro paese a livello enologico ha il più alto numero di varietà vitivinicole del mondo e la riscoperta dell'importanza dei nostri vitigni è fondamentale per la produzione di prodotti unici e di qualità. Quando si parla di vini italiani i primi citati sono di solito i rossi del Piemonte (Barolo e Barbaresco), della Toscana (Brunello di Montalcino e Chianti) e del Veneto (Amarone della Valpolicella), vini di fama mondiale e simboli della viticoltura italiana. L’Italia del vino non si limita solo a questi grandi vini, infatti in ogni regione è possibile trovare vini di qualità prodotti non solamente dai vitigni internazionali ma soprattutto dai vitigni autoctoni, vero patrimonio ampelografico del nostro paese.

Modera Roberto Calvo Professore Ordinario di Diritto Privato Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche Universitée de la Vallée d’Aoste

Programma:

15:00

Introduzione

Silvia Cugini - Presidente Adoc Piemonte

Saluti

Michele Vellano - Professore Ordinario di Diritto Internazionale e Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche Universitée de la Vallée d’Aoste

Nicola Rosset - Presidente della Chambre valdôtaine

Alessandro Nogara - Assessore all’Agricoltura e Risorse Naturali Regione Valle d’Aosta

Monica Cerutti - Assessora alle Pari Opportunità Diritti Civili e Tutela dei Consumatori Regione Piemonte

Paolo Sammaritani - Presidente Consiglio Ordine Avvocati di Aosta

Roberto Gaudio - Presidente Cervim - Centro di Ricerche, Studi e Valorizzazione per Viticoltura Montana

 

15:40

Le nuove regole in materia di etichettatura e sensibilizzazione sui danni al sistema economico causati dalla falsificazione e adulterazione del vino, anche alla luce della normativa di riferimento e della casistica sulle contraffazioni più frequenti.

Cesare VaralloFood lawyer

 

16:00

Il “Testo unico sul vino”, provvedimento che racchiude tutta la disciplina di riferimento per la produzione e la commercializzazione del vino e riflessioni sulla correttezza e la qualità dei servizi offerti dalle aziende vitivinicole virtuose con conseguenti riflessi positivi nei rapporti di scambio tra consumatori e produttori.

Alessandro Ciatti Càimi - Professore Ordinario di Diritto Privato dell’Università degli Studi di Torino

 

16:20

La nuova frontiera dell’enogastronomia e i suoi risvolti “social”.

Antonio Marchello - Chef e Fondatore di Social Kitchen

 

16:40

La scelta di molti giovani di intraprendere il mestiere del “vigneron”.

Stefano Celi - Presidente Vival - Associazione Viticoltori Valle d’Aosta

 

17:00

La viticoltura eroica della Valle d’Aosta ed in particolare i vitigni autoctoni coltivati nella regione e l’unicità della produzione vitivinicola valdostana.

Alberto Levi - Associazione Italiana Sommelier

 

17:20

Dibattito

 

Conclusioni

Giuseppe Cricenti - Giudice della Suprema Corte di Cassazione

 

Riconosciuti n. 3 crediti formativi dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Aosta

Per informazioni contattare Adoc Piemonte al n. 011/4364331 o a mezzo e-mail all’indirizzo torino@adocpiemonte.itwww.adocpiemonte.it

Partners

regione piemonte

città di torino

camera commercio torino

adoc nazionale