Strumenti accessibilità

A- A A+

Caso Volkswagen

Dallo scandalo denominato “Dieselgate” che coinvolge la casa automobilistica Volkswagen, è emersa un’enorme carenza informativa da parte dell’azienda nei confronti di tutti i consumatori che negli ultimi 5 anni hanno acquistato autovetture appartenenti a tale gruppo. Dalle ultime stime, infatti, risultano essere coinvolte in tale scandalo circa 11 milioni di autovetture sparse per il mondo, parte delle quali sono state acquistate anche in Italia.

Ciò spinge l’associazione dei consumatori Adoc a chiedere maggiore chiarezza sia alle case produttrici di automobili che agli enti aventi l’onere di controllare che tali aziende possano davvero garantire ciò che affermano di offrire al potenziale acquirente, in modo da renderlo pienamente informato sul prodotto che egli sta andando ad acquistare. Ciò anche perché la riduzione delle emissioni, strettamente collegata alla tutela dell’ambiente, risulta essere al giorno d’oggi uno dei punti focali su cui le case automobilistiche stanno lavorando e che, stando ai dati raccolti, stava avendo un netto miglioramento negli ultimi anni. Non vi è stato quindi un serio impegno (accompagnato da grandi investimenti in ricerca) da parte delle case automobilistiche per la riduzione delle emissioni di gas nocivi prodotti dagli scarichi delle proprie vetture, bensì un semplice piccolo investimento in un software che potesse funzionare come “specchio per le allodole” nei confronti del consumatore. Infatti chi acquistava credeva di aver scelto un prodotto con determinate caratteristiche, ma si ritrovava inconsapevolmente tra le mani un prodotto avente caratteristiche completamente diverse.

Ciò evidenzia quindi il fatto che ci sia stata un’enorme carenza informativa (se non si vuol proprio parlare di “inganno”) verso il consumatore da parte del gruppo Volkswagen. Tale carenza informativa risulta essere amplificata se si considera che il mercato dell’auto è uno tra i più vasti e più versatili presenti al momento e che tale gruppo si è fatto forte negli ultimi anni anche dei risultati ottenuti in termini di riduzione delle emissioni e di “trasparenza” nei confronti dell’utente finale.

Da tali considerazioni la nostra associazione invita tutti i consumatori interessati a rivolgersi agli sportelli Adoc oppure a scrivere una mail all’indirizzo dedicato auto@adocpiemonte.it allegando una copia del libretto di circolazione e del contratto d’acquisto, in modo da raccogliere le segnalazioni e valutare la possibilità di procedere ad eventuali azioni legali, con la speranza che questo possa essere il primo passo verso un maggiore controllo da parte del Governo nei confronti delle aziende venditrici in modo da ridurre gli squilibri e gli abusi che il consumatore è destinato a subire nel caso di pratiche commerciali scorrette.

 

I consumatori interessati risultano essere tutti gli acquirenti di automobili prodotte dal gruppo Volkswagen immatricolate negli ultimi 5 anni e tutti coloro a cui questo scandalo ha arrecato un danno (si pensi agli azionisti Volkswagen che si son visti crollare in modo improvviso il valore dei titoli acquistati).

Sicurezza alimentare in estate. I consigli del Ce.I.R.S.A.

Come ogni anno, con il caldo  estivo aumentano i rischi di incorrere in disturbi gastrointestinali causati da alimenti contaminati da microrganismi o dalle tossine da essi prodotte quando vengono trascurate le buone pratiche igieniche nel corso della preparazione e conservazione dei cibi.

Molto spesso le misure messe in atto lungo la filiera produttiva (produzione, trasformazione, commercializzazione) sono vanificate dal comportamento dei consumatori nelle fasi di acquisto e preparazione presso il proprio domicilio.

Sul sito del Ce.I.R.S.A. tutti i consigli per la prevenzione.

>> leggi l'articolo

Processo Pancreas Commerce

In data 26 giugno 2015 si è tenuta la prima udienza contro il sig. Riccardo Mazzone per i fatti relativi alla Pancreas Commerce srl. In tale udienza sono state ammesse le costituzioni di parte civile delle persone offese presenti in aula personalmente o tramite il proprio legale di fiducia e il processo è stato rinviato al 12.1.2016, ore 9.30, per l'esame dei testimoni, che verranno identificati dal Pubblico Ministero nei prossimi giorni.

 

Per maggiori informazioni è possibile chiamare in Adoc al n. 011 4364331 il lunedì pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30.

Consumer Day III edizione

3 DICEMBRE 2014 - TORINO

Campus Luigi Einaudi - Università Lungo Dora Siena, 100/a - Aula B1

MATTINO

09.30 Registrazione partecipanti.

10.00 Saluti e presentazione Tirocini presso le Associazioni dei Consumatori.

10.15 Decreto legislativo 21/2014: il diritto di recesso e le altre novità normative del commercio elettronico. Codacons - Donatella Tesauro

10.45 Commercio elettronico: couponing e gruppi d’acquisto impropri – forme aggressive di e-commerce. MC – Marco Gagliardi

11.15 Acquisti online: profilatura e utilizzo dei dati personali a fini commerciali su social network. ACP – Roberta Zizzari

11.45 Servizi turistici: vendita di biglietti aerei – pratiche commerciali scorrette. ACU - Valentina Saccomanno

12.15 Servizi turistici: acquisto di pacchetti turistici online. ADOC – Bartolomeo Grippo

12.45 Chiusura lavori mattutini.

Modera Silvia Cugini – Adoc Piemonte

POMERIGGIO

14.15 Contratti bancari: trasparenza rapporti banca-cliente: presupposto per una vera concorrenza? ADOC – Fabrizio De Francesco

14.45 Contratti bancari: prestiti e credito al consumo, usura. MC – Fabio Scarmozzino

15.15 Etichettatura tessile: sicurezza e salute dal web al mondo reale. FEDERCONSUMATORI - Mauro Rossetti

15.45 La garanzia sui beni di consumo: garanzia legale e convenzionale, pratiche commerciali scorrette nell’e-commerce. ADICONSUM – Piergiuseppe Fissore

16.15 Chiusura lavori pomeridiani.

Modera Marco Gagliardi – Movimento Consumatori

5 DICEMBRE 2014

TORINO - Centro Incontri Regione Piemonte

Corso Stati Uniti, 23

POMERIGGIO

14.30 Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato: competenza e poteri nell’ambito della tutela dei consumatori. ACU - Giada Calcagno

15.00 Forme di tutela del consumatore innanzi alle Autorità indipendenti nei settori energia, comunicazioni e assicurazioni. Codacons – Adriano Scanga

15.30 La responsabilità del produttore: profili di tutela del consumatore. Adiconsum - Lorenzo Fenoglio

16.00 Coffee Break

16.30 Intermediazione immobiliare: aspetti di tutela del consumatore. Federconsumatori - Antonella Riassetto

17.30 R.C. AUTO: cenni generali e modalità operative per il consumatore. ACP - Alessandro Vincenti

LA PARTECIPAZIONE AI SEMINARI È GRATUITA

Al termine delle sessioni mattutine e pomeridiane, nel corso dell’incontro presso l’università, verranno raccolte le candidature per i tirocini curriculari universitari che si svolgeranno a partire da gennaio 2015 presso alcune delle Associazioni dei Consumatori.

La pre-iscrizione non è obbligatoria ma si consiglia di inviare il proprio nome e cognome alla segreteria organizzativa, all’indirizzo e-mail torino@movimentoconsumatori.it

Partners

regione piemonte

città di torino

camera commercio torino

adoc nazionale