Strumenti accessibilità

A- A A+

Energia elettrica, da gennaio “Tutela Simile” per facilitare gli utenti alla transazione verso il Mercato Libero

contatori enel

Previsto un bonus tra i 10 e i 115 euro a seconda del fornitore. Attenzione alle telefonate degli operatori energetici che millantano una prossima scadenza dei contratti elettrici.

Come Adoc Piemonte invitiamo i consumatori a porre particolare attenzione al fatto che a partire dai prossimi mesi potrebbero farsi più insistenti le telefonate a casa da parte degli operatori elettrici, diffidando di coloro che declamano un’eventuale prossima scadenza dei contratti elettrici. 

Il termine importante da tenere a mente, invece, è quello del 2018, quando dovrebbe essere abolito il servizio di Maggior Tutela (questa data, forse sarà cambiata in quanto il decreto sulla liberalizzazione da cui nasce la proposta di Tutela Simile non è stato approvato) e conseguentemente gli utenti dovranno scegliere un operatore tra quelli presenti sul mercato elettrico e sottoscrivere un nuovo contratto del Mercato Libero.

L’Autorità per l’Energia, allo scopo di accompagnare e far comprendere i meccanismi del mercato libero al consumatore, ma nel contempo garantire continuità nella tutela finale, ha previsto l’avvio di una particolare offerta di sola energia elettrica “Tutela Simile” (non possono essere contemplati servizi aggiuntivi come Gas, e altri).

Le condizioni economiche sono analoghe a quelle del servizio di Maggior Tutela ma con la riduzione di un bonus una tantum, che può variare dai 10 ai 115 euro a seconda del fornitore.

Cosa molto importante a cui fare attenzione è che il contratto Tutela Simile è attivabile solo online - attraverso il sito dell’Acquirente Unico - o con l’intermediazione di soggetti facilitatori abilitati come l’Adoc Piemonte - entro il 30 giugno 2018 per una durata massima di 12 mesi. L’offerta Tutela Simile può essere sottoscritta dai consumatori che hanno ancora un contratto a Maggior Tutela, o quelli che richiedono l’attivazione di una nuova fornitura o una richiesta di voltura.

Come Adoc del Piemonte informeremo i consumatori del bonus offerto dai Fornitori, dell’adesione da parte delle aziende ad un protocollo volto a garantire le tutele concordate, in particolare le categorie deboli (anziani, disoccupati, ammalati, anche con il Bonus energia). Il Protocollo pertanto impegnerà le aziende che aderiranno, a fornire attraverso apposite clausole inserite nei contratti, anche nel mercato libero le tutele concordate con le AACC, al termine del periodo coperto della TUTELA SIMILE.

 

Per avere ulteriori informazioni riguardo all’offerta Tutela Simile e per la sottoscrizione del contratto invitiamo i consumatori a rivolgersi all’Adoc Piemonte.

Partners

regione piemonte

città di torino

camera commercio torino

adoc nazionale